Palazzo Merulana

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Palazzo Merulana

Grazie alla sinergia di forze e comunione di intenti tra la Fondazione Cerasi e CoopCulture prende vita Palazzo Merulana, a via Merulana121, la storica via romana resa celebre dal capolavoro di Gadda.

La volontà dei fondatori è stata quella di restituire alla città uno spazio che per lungo tempo è stato un vuoto urbano, quello dell'ex-Ufficio di Igiene, trasformandolo in un vero e proprio hub culturale. Il palazzo, nella sua nuova veste custodisce una ricca collezione d'arte moderna e contemporanea, principalmente incentrata sull'arte della scuola romana e italiana del Novecento. Al suo interno, una situazione privilegiata è rappresentata dall'arte romana (il primo nucleo di opere acquistate, intorno al quale si è formato il resto della collezione), che nel panorama italiano ha assunto in quel periodo una intensità espressiva tale da costruire forse il nerbo più solido e artisticamente più sperimentale.

In esposizione permanente ci sono novanta opere della scuola romana e del Novecento italiano tra cui Giacomo Balla, Mario Sironi, Giorgio De Chirico, Antonio Donghi, Mario Mafai, Antonietta Raphaël e Giuseppe Caprogrossi.

Il percorso espositivo comprende più di 90 opere, su una superfice di 1800 mq, e si articola su quattro piani.
Molto nutrita poi è la selezione di opere contemporanee sia nel salone a piano terra, tra le sculture, sia nella zona del secondo piano, che è dedicata a mostre temporanee, e che saranno dunque esposte in maniera non permanente, a sottolineare una continuità di interessi con l'arte contemporanea e post moderna, anche internazionale: partendo da opere degli stessi artisti della scuola romana colti nella fase postbellica, attraverso Lucio Fontana, Mario Schifano e la Scuola di Piazza del Popolo fino ad Alighiero Boetti e infine a Luigi Ontani e Jan Fabre.

PIANO TERRA

Sala delle Sculture

Come il vecchio Ufficio di Igiene, dove il pian terreno era il portico d'ingresso, anche Palazzo Merulana accoglie il visitatore in un portico, ad accesso gratuito con un bookshop e una caffetteria per una piacevole sosta tra le sculture di Antonietta Raphaël, Lucio Fontana, Pericle Fazzini, Giuseppe Penone e molti altri artisti. Il mood del piano terra è di distensione e relax, grazie anche al grazioso giardino urbano lontano dalla frenesia di Via Merulana.

SECONDO PIANO

Salone

Cuore pulsante della collezione di Elena e Claudio Cerasi, il secondo piano ospita la maggior parte dell'esposizione pittorica e scultorea di Palazzo Merulana: De Chirico, Balla, Donghi, Capogrossi, Casorati, Pirandello, Severini, Cambellotti, per citarne alcuni. Uno spazio accogliente e familiare, che invita i visitatori a soffermarsi e accomodarsi sui divani disposti tra le opere. Una passeggiata nel bello, un'esperienza estetica, un tuffo nel Novecento, con uno sguardo verso la contemporaneità, il tutto orchestrato da "Il Direttore delle Stelle" di Jan Fabre, disposto al centro della sala.

TERZO PIANO

Galleria

Uno spazio dinamico affacciato al contemporaneo, con opere, tra gli altri, di Boetti, Schifano, Pirandello e animato dalle mostre temporanee.

QUARTO PIANO

Attico

Un luogo per attività culturali ed eventi enogastronomici. Il piano ospita anche la "Macchina del Tempo", un percorso video-fotografico che racconta a ritroso la storia del Palazzo dalle sue origini ad oggi.

Terrazza

Un luogo privilegiato di osservazione su Via Merulana. Tra gli alti platani, è possibile scorgere i tetti e le cupole della città.

Per maggiori informazioni: www.palazzomerulana.it

 

 

 

 

 

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi