Spiagge gay friendly e naturiste

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

A SUD DI ROMA:
CAPOCOTTA
Il tratto di litorale compreso tra l'VIII ed il IX km della strada che congiunge Ostia a Torvajanica è zona gay friendly del litorale laziale. Aree libere si succedono a strutture private, con le passerelle di legno che attraversano le dune di lecci, olivastri, lentischi, cisti, ginepri e clematidi mediterranee (Clematis vitalba, Clematis flammula), preservando l'ecosistema delle dune protetto dal WWF e dal Corpo Forestale dello Stato.

L'Oasi Naturista di Capocotta è la spiaggia gay friendly per eccellenza, una spiaggia libera attrezzata proprio di fronte alla Riserva di Castelporziano, residenza estiva del residente della Repubblica, dove è consentita la pratica naturista.

Il Mediterranea è un bar – ristorante a vocazione gay-friendly, con un menù mediterraneo e la cui spiaggia antistante è considerata trendy.

TORRE ASTURA
A sud di Nettuno, la spiaggia di Torre Astura, destinata alle esercitazioni militari, nasconde un accesso nella recinzione e, dopo un camminata di quasi 2 km costeggiando il fiumiciattolo Astura, si arriva a una spiaggia grande e poco affollata, sul cui sfondo si staglia una graziosa rocca medievale, meta di naturisti e nudisti.

SABAUDIA
Prendendo la litoranea in direzione Latina, si raggiunge Sabaudia. Frequentato esclusivamente il pomeriggio di inverno e d'estate fino a sera, è un posto discreto con ampie spiagge LGBT friendly.

GAETA
Nota anche come spiaggia dell'Arenauta (o "le scissure"), Trecento Scalini è una spiaggia LGBT friendly e meta di nudisti già dagli anni '70, sulla via Flacca, tra Gaeta e Sperlonga, in provincia di Latina, raggiungibile da Roma percorrendo la Statale Pontina in direzione Terracina e poi Sperlonga, continuando verso Formia e arrestandosi tra i Km 24 e 25. Due chilometri prima di Gaeta, entrate dall'"Ultima spiaggia" e, scendendo circa trecento scalini, raggiungerete il mare.

FONDI
Da Terracina, uscendo a sud, percorrere la via Flacca per raggiungere il litorale di Fondi, prendere la traversa di via Capratica per raggiungere la spiaggia di Capratica e entrare dallo stabilimento "Il Grillo". Scendere e andare a sinistra con il mare alla vostra destra e, guardando Sperlonga, fino a raggiungere l'ampia spiaggia libera LGBT friendly, tranquilla e dalle dolci dune.

LE SPIAGGE A NORD DI ROMA:
FOCENE
Anche a Focene ultimamente si è riservata una spiaggia "senza costume" a ridosso di via del Pesce Luna e di fronte alla pineta. È la quinta spiaggia ufficiale in Italia riservata a chi vuole godersi mare e sole senza orpelli, e la seconda nel Lazio dopo la storica oasi di Capocotta. Da sempre meta di vip e personaggi dello spettacolo, il lido che sorge nella Riserva Naturale del Litorale Romano, fin dagli anni '70 è tra le spiagge gay friendly e più amate dai nudisti italiani.

SANTA SEVERA
L'ultimo tratto di Santa Severa, località balneare famosa per il suo Castello e per le sue "spiagge nere", è territorio LGBT friendly e spiaggia di nudisti, area confinante con una zona militare e un poligono di tiro. Per raggiungerla, si devono costeggiare gli scogli della spiaggia pubblica alla destra del Castello, oltrepassare il primo tratto di spiaggia, zona archeologica dove non si può sostare, e proseguire per un altro centinaio di metri in direzione della base militare.

Un'altra spiaggia LGBT friendly e spiaggia di nudisti, forse ancor più bella, si trova proprio oltre questa base, al confine con la Riserva di Macchiatonda gestita dal WWF.

Curiosità

vedi anche: oasi naturista di Capocotta

Galleria