Dettaglio evento

icona eventi

Il sorpasso. Quando l'Italia si mise a correre

Date

Dal 12/10/2018 10:00 al 04/02/2019 00:01


Un periodo storico intenso, quello della devastazione di un paese che usciva sconfitto e ferito dal secondo conflitto mondiale, al boom economico, narrato nella grande mostra fotografica ospitata al Museo di Roma, a Palazzo Braschi, dal 12 ottobre 2018 al 3 febbraio 2019.
Il titolo della mostra già è il richiamo a un film icona di quegli anni, Il sorpasso, sintesi memorabile del viaggio dell'Italia del tempo, è il racconto straordinario per immagini di un paese nel momento in cui entra per sempre nella modernità. Vita politica e vita privata, le lotte del lavoro e le rivoluzioni dei costumi sociali, la costruzione delle autostrade e il conseguente cambiamento del paesaggio, dove l'obiettivo dell'esposizione è quello di mostare la vita quotidiana delle persone comuni: il loro stile di vita, la mentalità e i comportamenti che esprimono perfettamente la nuova Italia.
Le immagini dell'epoca, provenienti da straordinari archivi, rappresentano un ritratto collettivo dell'Italia, e provengono da fonti molto variegate, accanto a  fotografi di agenzia, artisti spesso anonimi, ma dallo sguardo acuto, troviamo nomi molto noti  di fotografi contemporanei: gli scatti di nomi del calibro di Gianni Berengo Gardin, Fulvio Roiter, Cecilia Mangini, Federico Patellani, Caio Mario Garrubba, Pepi Merisio, Wanda Wultz, Tazio Secchiaroli, Ferruccio Leiss, Romano Cagnoni, Walter Mori, Bruno Munari, Italo Insolera, Italo Zannier, e tra gli stranieri i grandi Willian Klein, Alfred Eisenstaedt, Gordon Parks.
La mostra è suddivisa in dieci sezioni tematiche che sviluppano un affascinante "doppio sguardo", affiancando alla visione ottimistica della ricostruzione del paese avviato verso il boom economico, lo sguardo spesso critico dei fotografi indipendenti, che di quell'esplosione osservano contraddizioni, finzioni, perdite.
Oltre ai 160 scatti fotografici ci sono spettacolari video-installazioni realizzate con i filmati dell'Archivio storico Luce. E a corredo prezioso del percorso si affianca un catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale e da Istituto Luce Cinecittà, con foto e un apparato testuale storico-critico dei curatori della mostra, Enrico Menduni e Gabriele D'Autilia, che si pone come un approfondimento affascinante a questa storia unica dell'immaginario degli italiani.
Con il doppio ingresso a Piazza S. Pantaleo e a Piazza Navona la mostra osserva i seguenti orari: dal martedì alla domenica ore 10.00-19.00
la biglietteria chiude alle ore 18.00
Giorni di chiusura: lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio
Per maggiori informazioni: 060608
 
Mappa

Dettaglio mappa

Galleria