Il Castello Orsini-Odescalchi di Bracciano

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Museo privato aperto al pubblico nel 1952 per volontà del principe Livio IV Odescalchi,  le sale ospitano una cospicua raccolta di oggetti d'arte: mobili che vanno dal Quattrocento all'Ottocento, una ricca collezione di armi che pone il museo a livello di altre prestigiose raccolte pubbliche italiane, una quadreria che offre una selezione di pittura del primo Rinascimento, una collezione di ceramiche dell'Italia centrale che va dal XV al XIX secolo e, infine, una collezione archeologica di reperti etruschi e romani.
 
Allo stesso tempo il castello di Bracciano è diventato negli ultimi anni, la location preferita per i matrimoni della gente di spettacolo (da Tom Cruise a Eros Ramazzotti a.. ). Maniero quattrocentesco tra i più grandi in Europa, è a pianta trapezoidale con sei grandi torri. Il primo corpo di fabbrica risale probabilmente al XII secolo, quando il castello apparteneva ai Prefetti di Vico.
 
Dopo il 1370 passò al comune di Roma e nel 1419 il Papa lo concesse in feudo agli Orsini a cui si devono i profondi ampliamenti e ricostruzioni. In seguito il Papa Alessandro VI Borgia tentò di riprenderselo ma l'assedio delle truppe pontificie non poté nulla contro le mirabili fortificazioni del castello e del borgo; dopo qualche mese le truppe papali lasciarono Bracciano per spostarsi nel viterbese, sui monti Cimini, dove furono definitivamente sconfitte dagli Orsini nella battaglia di Soriano.
 
Quindi  il Castello fu venduto all'asta nel 1695 e fu comprato dagli Odescalchi, la famiglia di Papa Innocenzo XI. A loro volta gli Odescalchi vendettero il castello ai Torlonia, nel 1803. Qualche anno dopo, grazie al matrimonio del principe Livio III nel 1861 con l'erede polacca Sofia Branicka, il castello ritornò in possesso degli Odescalchi che ne sono ancora oggi i proprietari. Risalgono al Quattrocento gli affreschi del castello realizzati dalla scuola di Antoniazzo Romano. Nella camera papalina cosi definita perché ospitò il papa Sisto IV in fuga dalla peste, gli affreschi sono dei fratelli Zuccari.

 

Il Castello è aperto tutti i giorni dal martedì alla domenica con orario continuato:

10.00 - 18.00 – ora legale

10.00-17.00  - ora solare

Per informazioni e prenotazioni: 0699802379 - castello@odescalchi.ithttp://www.odescalchi.it/

 

Mappa

Dettaglio mappa