Comune di Monte San Biagio

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Il paese fece parte del Regno di Napoli, del quale costituiva il territorio più settentrionale, al confine con lo Stato Pontificio. 
L'abitato è posto su una collinetta alta 153 m. che si distacca appena dalla costa del Monte delle Fate (1090 m.) e del Monte Calvo (1038 m.).

La sua struttura urbana consiste in un nucleo comprendente edifici appoggiati sulla nuda roccia, accessi formati da stradine che diventano gradinate e che immettono verso il vertice del sistema difensivo rappresentato dal castello, dal quale si gode una vista panoramica che abbraccia la Piana di Fondi con l'omonimo lago, Monumento Naturale, inglobato nel Parco Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi

Tra le emergenze storiche, oltre al citato castello, ristrutturato nel 2012 e aperto al pubblico, è da ricordare in particolare la chiesa dedicata a S.Giovanni Battista che conserva un bel trittico del XV sec. realizzato da Cristoforo Scacco e raffigurante S.Rocco, la Madonna della Mercede e il Portico. In contrada Vallemarina, zona ricca di vigneti da cui si ricava ancora il famoso moscato celebrato con una sagra nel mese di settembre, si trovano diversi mausolei di età romana tra cui quello detto "dell'Imperatore Galba", al quale Monte S.Biagio si onora di aver dato i natali.

In un'area di particolare valore naturalistico, lungo il passo di S.Vito, si può ammirare la più grande sughereta dell'Italia continentale.

Curiosità

Eventi prossimi o in corso:

Programma eventi festività natalizie: Natale a Monte San Biagio

Approfondimenti

Per maggiori informazioni:Comune di Monte San Biagio 
 

Mappa

Dettaglio mappa