Comune di Castelforte

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Ultimo centro aurunco situato su un piccolo colle che domina la pianura del Garigliano, condivide con Minturno il confine tra Lazio e Campania. Le sue origini sono precedenti a quelle di Roma, ma l'attuale nucleo urbano è di chiara impronta medievale. Appartenne ai Caetani, che costruirono il castrum forte per garantirsi il controllo dei traffici sulla valle del Garigliano e, successivamente, ai Colonna e ai Carafa.

Le principali emergenze dell'epoca sono costituite dalle mura che ancora oggi racchiudono il nucleo storico, dalla torre quadrata e dalla chiesa di S.Giovanni Battista. Più antica è l'attuale frazione di Suio Alto, una volta comune autonomo, che, insieme alla struttura urbana originaria, conserva la chiesa di S.Maria in Pensulis e i resti del castello.

Il periodo più drammatico della vita di Castelforte si identifica con quello della II Guerra Mondiale, quando si trovò ad essere uno dei centri maggiormente colpiti nel corso della battaglia per lo sfondamento della Linea Gustav.

Sulle sponde del Garigliano si trova l'importante stazione termale di Suio Terme, località già nota ai tempi dei Romani per la bontà delle sue acque curative chiamate vescine. Si tratta di acque sulfuree-bicarbonato-calciche e alcalino-ferrose, fredde, calde e ipertermiche, adatte per balneoterapie, irrigazioni, inalazioni,insufflazioni, per la cura delle reumoartropatie, di alcune dermatosi, e di malattie degli apparati gastroenterico, urogenitale e respiratorio. Ottimi anche i fanghi.

 

Curiosità

Eventi prossimi o in corso:

Programma eventi festività natzaizie: Natale Castelfortese

Approfondimenti

Per maggiori informazioni: Comune di Castelforte 
 

Mappa

Dettaglio mappa