Palazzo dei Papi di Viterbo

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Costruito nel 1266 su commissione del capitano del popolo Raniero Gatti, come dimora - fortezza per i pontefici, divenne il centro della vita religiosa e diede fama e prestigio alla città. Più volte rimaneggiato tra Quattrocento e Cinquecento, furono i restauri eseguiti nel 1897 a ridonare al palazzo l'antico aspetto medioevale.
 
Notevoli differenze si riscontrano tra il lato rivolto verso la piazza e quello interno che si affaccia su Valle Faul: più signorile il primo, caratterizzato dall'aspetto  di fortezza il secondo. Tramite una scalinata, si accede sulla sinistra alla Sala del Conclave e al palazzo vescovile, sulla destra alla loggia, la quale in origine era circondata su tutti i lati da archetti intrecciati a traforo e probabilmente coperta. Nella Sala del Conclave sono stati eletti ben cinque papi: Urbano IV (1261), Gregorio X (1271), Giovanni XXI (1276), Niccolò III (1277) e Martino IV  (1281). 

Mappa

Dettaglio mappa