Piazza San Pietro

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Chi arriva a piazza San Pietro si sente letteralmente "accolto" dal colonnato di Gian Lorenzo Bernini, come in un abbraccio materno.
Il grande architetto del barocco romano, infatti, era convinto dell'opportunità che la Chiesa più importante del mondo dovesse dare un segnale tangibile, urbanistico e architettonico, di questa sua vocazione all'accoglienza.

Era la seconda metà del Seicento quando Bernini assunse l'incarico di trovare una soluzione stilistica allo slargo davanti alla Basilica.
L'impresa era resa particolarmente difficile dalla necessità di condurre a un'unica sintesi il proprio intervento con l'ordine gigante di Michelangelo e il porticato di Maderno. Egli scelse di progettare una piazza ovale in quanto unione di due semicirconferenze segnate da due colonnati.
 
Oggi, nella piazza, è ancora possibile individuare in terra i centri perfetti delle due semicirconferenze dai quali, rispettivamente, i colonnati sembrano composti da una sola fila di colonne, tanto precisa fu la disposizione degli ordini del portico triplo. Inoltre, Bernini fece costruire una piazza concava. Questo permette un effetto scenico tipicamente teatrale, in linea con la sensibilità culturale del Seicento, in cui la folla, nella piazza, può vedere se stessa.

La perizia architettonica del grande architetto non si limitò solo alla grandezza di queste soluzioni. Bernini riuscì anche a trovare un'armonia perfetta con il Palazzo Nuovo, sede papale, le cui linee prospettiche sono in relazione geometrica con il colonnato e la piazza stessa.
 
In alto sul colonnato si trovano 162 statue di Santi, una per ogni colonna, come fosse un tributo trionfale a chi ha reso grande la Chiesa. Le dimensioni delle statue sono precisamente la metà di quelle dei dodici Apostoli che si trovano sulla facciata della Basilica.
 
L'accesso alla piazza oggi avviene da Via della Conciliazione, in seguito a una scelta urbanistica che, ai primi del Novecento, sventrò il quartiere intorno a San Pietro​ e, secondo molti, rende meno spettacolare l'impatto visivo della piazza e del colonnato che si appiattiscono nella prospettiva.
 

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria