Sul confine del Regno Angioino

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Una lunga strategia di potenziamento e risistemazione dei confini settentrionali portò, soprattutto all'inizio del XIV sec., gli Angioini a fondare città, rocche e fortificazioni in una vasta area, che oggi ricade nel territorio della Provincia di Rieti. Per volere della dinastia angioina sorsero città dall'impianto unico ed ebbero il loro massimo splendore comuni già esistenti. In questa rassegna angioina spiccano luoghi di grande suggestione, da Cittaducale a Leonessa, da Posta a Borbona, fino a Cittareale.
 
Cittaducale fu fondata nel 1308 da Carlo II d'Angiò e conserva ancora oggi, quasi intatto, l'assetto urbanistico originale. È divisa in quattro quartieri e la rete stradale presenta tratti di assoluta regolarità: tutte le strade sono rettilinee, le mura cittadine e le piazze seguono la logica della progettazione modulare. L'elemento di raccordo urbanistico è la Piazza del Popolo, con al centro la fontana, concepita per essere ammirata da tutti i lati. La Torre Civica, posta a lato della piazza, è stata innalzata di un piano nel 1583. Fin dal suo sorgere la città fu munita di una cinta muraria, caratterizzata da possenti torrioni. La parte più importante delle antiche fortificazioni è la Torre Angioina, che presenta una singolare forma rettilinea verso l'interno e semicircolare verso l'esterno.
 
Nel paese di Posta, luogo di rilevanza strategica per la confluenza di quattro vallate, gli Angioini fortificarono il centro abitato, costruendo una rocca i cui resti sono visibili in località La Rocchetta.
 
Borbona, bella cittadina ricca di tesori d'arte, composta da vari agglomerati urbani, fu riorganizzata, strutturata e accentrata in età angioina.
 
Leonessa nacque come borgo fortificato intorno al 1278, nelle vicinanze del castello di Ripa di Corno. Inizialmente si chiamò Gonexa, in onore di Gonesse, città natale degli Angioini. Segni dell'antico villaggio di Ripa di Corno, fondato per volere di Carlo I d'Angiò, sono la Fonte della Ripa e l'antica Torre Angioina a pianta ottagonale, che domina altèra il borgo.
 
Cittareale, antico insediamento fortificato, fu rifondata nel 1329 da re Roberto d'Angiò, con il nome Civitas Realis. Il nuovo insediamento angioino aveva il compito di contenere le mire espansionistiche dei comuni di Norcia e Cascia. A nord del paese, in posizione elevata, si ammira ancora la Rocca Angioina con la struttura quadrata rinforzata agli angoli da torrioni circolari.

Mappa

Dettaglio mappa

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi