I musei della Provincia di Latina

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Elenco dei principali musei della Provincia di Latina:
Bassiano
Museo dell'Opera Aldina, presso il cinquecentesco Palazzo Caetani, è dedicato a Aldo Manuzio, padre dell'editoria moderna nato a Bassiano nel 1449, ed espone macchine tipografiche, attrezzature per la stampa e libri stampati dalla tipografia Aldina. Per maggiori informazioni: tel.0773355226.
Cori
Museo della Città e del Territorio, ospitato nel complesso monumentale di S.Oliva, ripercorre l'evoluzione del territorio dei Monti Lepini dalla preistoria all'età moderna, e numerose opere che gli incisori G.B.Piranesi e L.Rossini dedicarono alle antichità di Cori.
Fondi
Museo Civico Archeologico "8 Ottobre 1877", presso il Castello Caetani  conserva reperti provenienti da scavi e rinvenimenti effettuati in tutto il territorio comunale, tra cui un sarcofago marmoreo risalente al IV sec. a.C.. Per maggiori informazioni: tel.0771503775.  
Museo Ebraico, presso i locali della "Casa degli spiriti", nel cuore dell'antico quartiere ebraico nel centro storico cittadino, raccoglie la memoria e le testimonianze della comunità ebraica locale che ha vissuto  a Fondi tra l'XI e il XIV secolo. Per maggiori informazioni: info@parcoausoni.it – tel.0771513644
Formia
Museo Archeologico Nazionale, presso un'ala del Palazzo Municipale, conserva prevalentemente statue virili e muliebri di carattere onorario, rinvenute soprattutto nell'area dell'antico foro cittadino e databili tra il I sec. a.C. ed il I sec. d.C., raffigurazioni di divinità e soggetti mitologici, elementi architettonici e monete romane dell'età repubblicana e del tardo impero.
Gaeta
Museo del Centro Storico Culturale, presso l'antico ospedale della SS. Annunziata, ospita notevoli testimonianze pittoriche locali altomedievali e tardogotiche, opere di età rinascimentale e barocca, il prezioso Stendardo di Lepanto del 1571, e reperti di età romana e medievale. Per maggiori informazioni: Comune, tel.07714691
Museo Diocesano e della Religiosità del Parco dei Monti Aurunci, pinacoteca ospitata presso lo storico Palazzo De Vio, che raccoglie dipinti su tela e su tavola dal secolo XIII al primo decennio della seconda metà dell'Ottocento provenienti dal vecchio Museo Diocesano, dalla Cattedrale e da altre chiese chiuse al culto. Per maggiori informazioni: beniculturali@arcidiocesigaeta.it - tel.07714530233/4
Itri
Museo del Brigantaggio,  articolato in tre sezioni: Ragioni della Storia, Ragioni del Mito, Ragioni del Luogo che, mettendo in sequenza le fonti emerse sulla terra del brigantaggio, evidenziano l'orizzonte culturale nel quale esse riacquistano leggibilità
Latina
Antiquarium Comunale presso il Procoio di Borgo Sabotino, contiene numerosi pannelli didattici che ricostruiscono le condizioni economiche e sociali del territorio pontino, dalla preistoria a quella romana. Per maggiori informazioni: Comune, tel.07736521.
Museo Duilio Cambellotti, presso il Palazzo ex Opera Nazionale Balilla, documenta il rapporto di Duilio Cambellotti con il territorio pontino e lepino, attraverso progetti grafici, in bronzo, in gesso, ecc. relativi ad opere realizzate per il territorio. Per maggiori informazioni: Comune, tel.07736521
Museo della Terra Pontina, presso lo storico edificio  dell'ex Opera Nazionale Combattenti, ripercorre attraverso oltre mille reperti e documentazioni storiche, fotografiche, cartografiche e iconografiche la storia dei primi 56 anni del XX secolo, dal periodo pre-bonifica alla trasformazione agraria dell'Agro Pontino. Per maggiori informazioni: museo.terrapontina@hotmail.it - tel.0773400088
Centro Esposizioni Storiche Piana delle Orme a Borgo Faiti, nasce da una collezione di un privato, ricca di circa 50.000 pezzi militari, della civiltà contadina e della vita materiale, esposti in padiglioni tematici: giocattolo d'epoca, bonifica delle paludi pontine, mezzi agricoli d'epoca, vita dei campi, mezzi bellici d'epoca 
Minturno
Comprensorio Archeologico di Minturnae e Antiquarium, ospita numerose testimonianze e reperti dell'epoca romana: cinta muraria, antica Via Appia, castrum, capitolium, foro repubblicano, foro imperiale, teatro, acquedotto, macellum, templi ecc.
Norma
Museo Archeologico Civico dell'antica Norba conserva reperti provenienti dall'area di scavo di Norba, situata su un'altura a breve distanza dall'odierna Norma, dove si possono vedere tratti delle mura ciclopiche ed altri importanti rinvenimenti. 
Pontinia
MAP (Museo Agro Pontino), presso gli spazi del vecchio Mercato coperto comunale, testimonia le vicende storiche e culturali pre e post-bonifica della città e del territorio circostante. Per maggiori informazioni: info@museoagropontino.it - tel.0773867422
Priverno
Museo Archeologico Comunale, ospitato nell'ottocentesco Palazzo del Vescovado, è dedicato a Privernum, antica città dei Volsci, la cui storia è rivissuta attraverso i numerosi reperti rinvenuti nell'area archeologica di Mezzagosto.
Museo Medievale di Fossanova, ubicato al primo piano dell'edificio che, nell'antico assetto dell'Abbazia era adibito a foresteria si ricollega alla storia del sito di pianura di Privernum e delle sue ultime fasi di vita di età altomedievale, ed al complesso abbaziale di Fossanova. Per maggiori informazioni: Comune, tel.0773912201. 
Roccagorga
Museo Etnografico, allestito in alcune sale del piano terra e seminterrato del Palazzo Barionale, narra l'evoluzione etnologica della comunità rocchigiana (riti e miti, la cultura pastorale e contadina, la musicologia locale, la tragedia del 6 gennaio 1913. Per maggiori informazioni: info@etnomuseo.it - tel.0773958947
Sabaudia
Museo Civico del Mare e della Costa "Marcello Zei", dedicato alla conoscenza del litorale pontino ed alla sua evoluzione nei tempi, ospita una consistente collezione di conchiglie provenienti da ogni parte del mondo ed appartenenti ai più rappresentativi ambienti marini, con particolare riferimento alla biocenosi del tratto di costa pontina, soprattutto del Quaternario. 
Museo Naturalistico del Parco Nazionale del Circeo – Villa di Domiziano, presso il Centro Visitatori del Parco Nazionale del Circeo, ospita immagini, pannelli didattici e reperti, attraverso i quali è ricostruita la sintesi dei principali ambienti e gli aspetti naturalistici storici e culturali del Parco. Per maggiori informazioni: Parco del Circeo, tel.0773512240
San Felice Circeo
Mostra Permanente Homo Sapiens et Habitat, presso la Torre dei Templari, ospita reperti appartenenti a culture preistoriche e protostoriche regionali ed extraregionali. Sono presenti faune fossili pleistoceniche e oloceniche e repliche di rari fossili paleoantropologici e di oggetti paletnologici, ed oggetti preistorici ed etnografici provenienti da tutto il mondo. 
Sermoneta
Museo Diocesano, presso l'ex cappella dei SS.Magi e dell'Oratorio dei Battenti, ospita dipinti e suppellettili sacre che fanno parte del patrimonio diocesano e comunale e che provengono da chiese locali non più officiate. Per maggiori informazioni: tel.077330312. 
Museo della Ceramica, presso tre sale del Palazzo Caetani, ripercorre la storia della ceramica in Italia, dalla preistoria al XIX secolo con oggetti provenienti da località famose per la produzione di ceramica e terracotta, come Deruta, Faenza e Viterbo, e reperti provenienti dalla necropoli sermonetana di Caracupa. Per maggiori informazioni: tel.077330312
Sezze
Museo Archeologico, già Antiquarium Comunale, inaugurato il 18 giugno 2016 si trova all'interno di un edificio medioevale che un tempo veniva usato come carcere mandamentale e come pretura.  Accoglie reperti provenienti dal territorio comunale e ricostruzioni, riferiti all'età preistorica e romana, oltre che reperti, pergamene ed atti comunali del periodo medioevale. Il museo ospita anche una piccola raccolta di dipinti (XVII e XIX sec.) ed una collezione di minerali e fossili
Sonnino
Museo delle Terre di Confine, dedicato ai conflitti secolari con Priverno, al brigantaggio in zona franca tra Stato Pontificio e Regno di Napoli. E' ora un museo interattivo, con un allestimento che mette in mostra scenografie, episodi, drammatizzazioni ed altri suggestivi stimoli multisensoriali
Sperlonga
Museo Archeologico Nazionale e Villa e Antro di Tiberio, appositamente realizzato per ospitare i monumentali gruppi scultorei raffiguranti le imprese di Ulisse, rinvenuti in migliaia di frammenti alla fine degli anni 50 del ‘900 durante i lavori di costruzione della Via Flacca. Numerosi sono gli altri reperti, in massima parte scultorei, riferibili all'apparato ornamentale della villa, databili soprattutto al I sec. d.C., e suppellettili e manufatti minuti che documentano l'ininterrotta continuità di vita del sito fino al periodo post-classico
Terracina

Il Palazzo della Bonificazione Pontina, ospita dal 4 maggio 2016 il nuovo Museo Archeologico di Terracina. I materiali esposti, sia di proprietà comunale che statale, provengono nella maggior parte dei casi dai locali del Museo "P. Capponi", destinato in seguito ad ospitare i reperti venuti alla luce nel corso degli scavi del Teatro romano e delle sue adiacenze, nonché dai vari depositi dislocati nel Centro Storico Alto di Terracina. L'allestimento del nuovo Museo Archeologico, per una moderna fruizione dell'antico, è il frutto di un'alternanza tra le esposizioni "tradizionali", reperti e pannelli didattici, con apparati visivi, multimediali e interattivi che coinvolgono direttamente il visitatore e pongono il Museo all'avanguardia nelle proposte culturali del territorio. Per maggiori informazioni: Comune,Tel.0773707313

Ventotene
Museo Storico Archeologico, si presenta come uno strumento di lettura storico-topografico dell'isola, cronologicamente differenziato. Naturale supporto a questo discorso storico sono i vari reperti affiancati da un apparato didattico. Il cuore dell'esposizione è costituito dalle numerose testimonianze provenienti da rinvenimenti e scavi effettuati costantemente nell'area della grande Villa Imperiale (la cosiddetta Villa Giulia), miranti alla realizzazione del parco archeologico. Per maggiori informazioni: Comune, tel.077185345