Il Medioevo in Ciociaria

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

L'importanza di questa zona, già resa florida dal dominio di Roma, accrebbe nel Medio Evo che qui ha lasciato tracce evidenti e prestigiose dovute all'affermarsi del Papato. Nel VI secolo vennero eletti due Papi ciociari, Ormisda e Silverio di Frosinone. Ma fu la città di Anagni a rappresentare il prestigio massimo di questa regione. Anagni fu sede di avvenimenti storici di rilievo e diede i natali ai Papi Innocenzo III e Gregorio IX, nei secoli tra il XII e il XIII.
 
Più tardi, vi nacque Bonifacio VIII, istitutore del primo Giubileo, esponente di spicco del potere temporale e protagonista nelle vicende politiche europee dell'epoca. L'imponente palazzo papale di Bonifacio VIII, nel centro storico della città non lontano dalla Cattedrale di Santa Maria, è un esempio della "centralità" di Anagni. Si deve a questo Papa, tra l'altro, la valorizzare la fonte delle acque di Fiuggi decretandone il successo anche in Europa. L'importanza della regione si sviluppò ulteriormente grazie alla presenza di San Benedetto che, oltre all'Abbazia di Montecassino, qui fece costruire l'Abbazia di Casamari, vicino Veroli e la Certosa di Trisulti. 
 
Nella cittadina di Aquino, nella parte meridionale della regione, nacque San Tommaso d'Aquino uno dei più grandi teologi cristiani. Infine, nei pressi di Alatri, vi è Fumone, con la fortezza in cui fu imprigionato Celestino V dopo la rinuncia al pontificato.
 

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi