Lago di Bolsena

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Di origine vulcanica, il Lacus Volsiniensis è il quinto lago più grande d'Italia, e il maggiore del Lazio. Con i suoi 113,5 kmq è considerato il bacino vulcanico più grande d'Europa. Un ambiente incontaminato le cui acque, completamente balneabili, hanno favorito il proliferare di una ricca fauna costituita da lucci, carpe, tinche, e le celebri anguille di cui era ghiotto Papa Martino IV, tanto da costargli il purgatorio dantesco.
 
Numerosi gli uccelli acquatici migratori: sono stati avvistati moretti, moriglioni, fistioni turchi, folaghe, svassi maggiori, tuffetti, garzette e aironi cenerini. Tra gli uccelli stanziali, si possono ammirare colombi, gabbiani e cigni. E poi ancora aironi, il cannareccione e la cannaiola. I predatori più diffusi sono il cormorano e la strolaga.
 
Al centro del lago si innalzano due isole, la Bisentina e la Martana, che costituiscono uno straordinario patrimonio storico-ambientale. La Bisentina, maggiore della Martana per estensione (ha una superficie di 17 ha) conserva folti boschi di leccio e giardini all'italiana. L'isola Martana, più piccola, situata di fronte al centro abitato di Marta, è proprietà privata e non è quindi visitabile. In quest'isola si svolse il cruento assassinio di Amalasunta (535 d.C) regina dei Goti, per il quale storia e leggenda si fondono.

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria