Grotte di Pastena

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Le grotte di Pastena si aprono presso l'omonimo comune dove corre l'immaginaria linea di demarcazione tra gli Ausoni e gli Aurunci. Le grotte, circondate da una natura florida e incontaminata, sono il risultato della millenaria azione dell'acqua nel terreno carsico, tipico di tutta l'area, e vennero scoperte nel 1926. Solo dagli anni Ottanta si è provveduto a dotarle di un idoneo impianto di illuminazione.
 
Dal salone d'ingresso si scende alla sala del Lago Blu e a quella dell'Occhialone, il cui silenzio è rotto da una cascatella formata dalle acque del fosso Mastro. Ritornati al salone d'ingresso, attraverso un cunicolo si arriva alla sala del Salice piangente. Una breve diramazione porta quindi alla sala dei Pipistrelli, un tempo animata da una nutrita colonia di chirotteri.
 
Seguono la sale delle Meraviglie e la sala delle Colonne, alcune delle quali alte una decina di metri. L'itinerario termina nella grande sala del Calvario con stalagmiti che ricordano le tre croci del monte Calvario.  

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria

Correlati

Destinazioni

Natura

Attività

Arte e cultura

Sapori

Itinerari

Eventi