Civitavecchia forte anima marinara

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

L'antica Centumcellae sorse intorno al grandioso porto fatto costruire dall'imperatore Traiano. Prosperò e si ingrandì notevolmente durante tutto l'Impero, grazie al suo porto rimasto sempre in piena efficienza. Occupata dai Bizantini, passò in seguito al più mite governo dei papi. Nel IX secolo fu conquistata dai Saraceni che ne fecero la base delle operazioni contro Roma . 
In epoca feudale passò dalla signoria del Conte Ranieri di Civita Castellana a quella del Monastero di Farfa e poi al ben più lungo dominio da parte della potente famiglia dei Di Vico. Passò nuovamente allo Stato Pontificio nel XV secolo e i papi iniziarono da subito i lavori di ripristino dell'antico porto romano. Vi fu console fino alla morte, avvenuta a Parigi nel 1842, lo scrittore francese Stendhal.
Civitavecchia oggi è un vivace centro industriale ma la sua principale funzione è quella portuale che ne fa il maggior scalo del Lazio è il più importante capolinea per i collegamenti con la Sardegna oltre che un punto nodale del moderno traffico di merci a livello europeo e internazionale.
 

Mappa

Dettaglio mappa