Rione Monti

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Monti è il primo rione di Roma. Storicamente in competizione con Trastevere, con cui condivide il temperamento e l'anima popolare molto simile degli abitanti, Monti deriva la sua denominazione dal fatto di essere collocato tra quattro dei sette colli​ su cui venne costruita la città: Quirinale, Esquilino, Viminale e Celio.

Ai tempi di Roma antica e medioevale era un rione povero e popoloso mentre, fino a secoli recenti, ha legato la sua fama alla parte bassa del suo territorio, in cui erano frequenti le locande malfamate ed i postriboli. Nel corso del tempo il rione ha subito parecchie modifiche e trasformazioni, le più importanti delle quali risalgono alla fine dell'Ottocento e ai lavori conseguenti alla proclamazione della nuova città capitale d'Italia.

Nonostante i molti palazzi rivelino una chiara ed evidente impostazione architettonica piemontese, l'impianto medievale del rione, tra piazzette e vicoli, è ancora ben visibile con le strade che rivelano dal loro nome le identità sociali ed etniche degli abitanti di un tempo: Via degli Zingari, Via dei Serpenti, Via del Boschetto, Vicolo delle Carrette, Via dei Selci e Via Urbana.

Oggi Monti è uno dei rioni più vivaci e "nottambuli" di Roma che, pur mantenendo un aspetto a prima vista immutato, ospita gallerie d'arte, circoli di artisti, locali con musica dal vivo, ristoranti e trattorie alla moda.

Tra Via Panisperna, dove lavorarono i fisici del gruppo di Enrico Fermi e Via Cavour, la Piazzetta di Madonna ai Monti è il delizioso punto di riferimento per tutto il quartiere.

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria