Agro Pontino - In canoa su fiume e lago

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Il fiume cavata e' una preziosa via d'acqua che nasce ai piedi di Sermoneta (Lt) e giunge sino a Foro Appio (Sezze-Lt), per poi scorrere nel canale Linea-Pio VI e proseguire sino a Terracina costeggiando la "Regina Viarum" Appia. Grazie alla locale A.C. Cavata Flumen, dal 2011 è possibile percorrere questo affascinante tratto, con escursioni giornaliere, sia per singoli che per gruppi fino a 50 persone, a bordo di canoe classiche, canoe canadesi a otto posti, e di altre imbarcazioni mosse senza alcun ausilio di motori.
I visitatori di tutte le età possono godere in totale sicurezza di una lenta e appassionante discesa, lungo la quale gli affascinanti compagni di viaggio saranno la quiete, l'acqua purissima, la vegetazione lussureggiante, il paesaggio a tratti selvaggio e incontaminato, ricco di testimonianze d'epoca medioevale, che ricordano l'utilizzo del sito come approdo fluviale e via d'acqua per l'antico borgo di Sermoneta
Il percorso si sviluppa a partire dalla sorgente detta dell' "Acqua Turchina", in località Monticchio; lungo il primo tratto del fiume si può approdare per fare una breve visita alle strutture superstiti dell'antico porto fluviale, dove spiccano le vestigia dell'antichissimo mulino, detto Mola di S. Maria, probabilmente risalente al XII secolo, ed utilizzato sino agli inizi del XX secolo come macchina idraulica per il sollevamento ed il pompaggio delle acque verso la città alta di Sermoneta. La visita prosegue poi all'interno del bosco di Monticchio, fino a giungere nei pressi della sorgente dell' "Acqua Regina", luogo particolarmente suggestivo, immerso in una rigogliosa vegetazione, dominato dallo scroscio del lieve balzo compiuto dall'acqua che sgorga, e dal cinguettio delle numerosissime specie di volatili che qui stazionano e nidificano. Il percorso si snoda di seguito lungo le campagne del contado di Sermoneta, e consente una discesa agevole e senza particolari sforzi fisici, in quanto si percorre il fiume con il favore della corrente, caratteristica questa che rende l'esperienza adatta anche a quei potenziali fruitori con un fisico non particolarmente allenato. Il viaggio lungo il fiume, durante il quale è possibile ristorarsi grazie alla presenza di vari servizi, termina dopo circa 3 ore nei pressi dell'antico Foro Appio, oggi Borgo Faiti, dove si può sostare presso il Foro Appio Mansio Hotel, recentemente dotato di una SPA, ove è possibile coccolare il proprio corpo dopo aver già liberato dallo stress la propria mente, purificata dalla discesa del fiume Cavata. 
 
Un'esperienza altrettanto affascinante e rilassante può essere vissuta sul Lago di Paola (o di Sabaudia), sui canali che lo collegano al Mar Tirreno e lungo la costa del promontorio del Circeo, tra insenature naturali, grotte e scogli. I visitatori possono pagaiare in tutta sicurezza sul mezzo di maggior gradimento, potendo scegliere tra kayak polivalenti mare-lago, canoe Sit on Top, canoe canadesi, sea kayak. E' possibile anche visitare i siti archeologici lungo le sponde lago o effettuare gite naturalistiche all'interno del Parco Nazionale del Circeo, o effettuare un percorso integrato che prevede anche l'uso di biciclette e cavalli.

Approfondimenti

Per maggiori informazioni: info@cavataflumen.com – tel.3804943218
 

Mappa

Dettaglio mappa