Ciociaria Percorsi dello Spirito

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

La Ciociaria è una terra profondamente religiosa. Basterebbe a dimostrarlo i numerosissimi santuari diffusi in tutta la provincia. Il più famoso è quello della Madonna del Canneto, in Val di Comino, ma ognuno dei tanti luoghi di culto popolare e' intimamente connesso con la storia dei paesi limitrofi e a volte anche di aree più vaste. 

Ma certo e' possibile disegnare un itinerario che unisca i luoghi della Ciociaria in cui si e' fatta una parte importante della storia della cristianità. Ad Anagni, per esempio, nacquero ben quattro Papi: Innocenzo III, Gregorio IX, Alessandro IV e Bonifacio VIII. Nel '200 e '300 divenne centro privilegiato di residenza papale, tanto da meritarsi l'appellativo di "citta dei Papi", e vi si svolsero importanti avvenimenti storici (assai noto e' l'episodio dello "schiaffo di Anagni").Anche le vicine Ferentino e Fumone ebbero grande importanza nelle vicende della Chiesa.

Famosissime sono le tre grandi abbazie della Ciociaria: quella di Montecassino, fondata da S. Benedetto, che custodì la cultura latina e cristiana nei secoli più bui del Medioevo e ne accompagnò la rinascita nei secoli successivi, insieme all'Abbazia di Casamari, presso Veroli, capolavoro gotico-cistersense, e alla Certosa di Trisulti, sopra Collepardo.

C'è poi la terra di S.Tommaso d'Aquino. Ricordi e testimonianze storiche dell'opera del grande teologo e filosofo sono presenti a Roccasecca, dove Tommaso nacque intorno al 1225, ad Aquino, sede della sua casata, a Monte S. Giovanni Campano, nel cui castello il Santo fu rinchiuso in gioventù per dissuaderlo dall'intenzione di abbracciare la carriera ecclesiastica. Nella stessa Abbazia di Montecassino il giovane Tommaso studiò e si formò, prima di trasferirsi a Parigi dove avrebbe insegnato a lungo.

Mappa

Dettaglio mappa