Conosciamo “Il fascino medievale di Marino”

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Arroccata su uno sperone roccioso, sul fianco settentrionale del cratere vulcanico dove oggi si trova il lago di Albano, il delizioso borgo di Marino è uno dei centri più ricchi d'arte e di storia dei Castelli Romani, nota ai più come "Città del Vino". Il percorso "Il fascino medievale di Marino" proposto da Archeoclub ci farà assaporare il passaggio dei secoli in una piacevole passeggiata culturale a Marino.
 
Nella centralissima Piazza Matteotti si nota subito la seicentesca fontana dei Mori, simbolo della cittadina e "fonte" di ottimo vino in autunno, durante la Sagra dell'Uva. Alle spalle della piazza, percorrendo le caratteristiche e coloratissime piazzette di Marino, si raggiungono i resti del principesco Palazzo Colonna che si trovano nella zona prescelta dai potenti già nel Trecento, mentre il campanile della Chiesa di San Barnaba spicca tra i tetti delle case del centro storico.

In età romana, forse con scopi militari, venne fondato L'oppidum romano di Castrimoenium dove oggi si trova il suggestivo rione Castelletto, quartiere nel centro storico ritenuto il più antico di Marino. Da Castrimoenium partiva l'Aqua Taepula, un acquedotto che riforniva la città di Roma.

L'edificio monumentale noto come Tempio gotico è oggi sede del Museo Civico "Umberto Mastroianni". Quest'ultimo ha ospitato fino al Seicento la chiesa medievale di Santa Lucia e conserva nei suoi sotterranei una cisterna di epoca romana. L'edificio chiesastico è invece strettamente correlato con l'antica Rocca Frangipane, fortificazione medievale che, in parte, sopravvive ancora oggi nell'assetto e nelle evidenze monumentali che affacciano su Piazza Matteotti, localmente nota come "a porta". La prima citazione del castello risalirebbe al 1090 per la sua concessione fatta da Agapito dei Conti di Tuscolo in dote alla figlia sposa di Oddone Frangipane, o forse i nobili Frangipane usurparono il feudo, ma ad ogni modo nel XIII secolo esercitavano a pieno il governo di Marino.

Cosa Vedere: il Tempio Gotico, oggi sede del Museo Civico "Umberto Mastroianni"; i resti di Palazzo Colonna; il rione Castelletto, il più antico quartiere di Marino, sito nell'antico oppidum romano di Castrimoenium; degustazione di prodotti tipici in un'antica osteria di borgo Garibaldi, secolare quartiere fuori le mura in una grotta sotterranea, ancora oggi utilizzata per la conservazione del vino.

Come arrivare: linea ferroviaria Roma Termini – Albano Laziale o linea bus C.O.T.R.AL. dalla stazione Roma Anagnina.

Punto di partenza e arrivo: partenza da Marino, P.zza Matteotti – arrivo, Marino, P.zza Garibaldi.

Durata: 2 ore 30 minuti – 1 km

Difficoltà:  bassa, con limitata accessibilità ai disabili

Quando: su prenotazione tutto l'anno

Per maggiori informazioni e prenotazioni: Archeoclub d'Italia, Sede di Colli Albani cellulare 3498192499 – 3336723842 - 3381408030; e-mail archeoclubcollialbani@gmail.com

Mappa

Dettaglio mappa

Galleria