Caprarola

  • facebook
  • twitter
  • Google Plus
  • email

Dominata dall'imponente mole del Palazzo Farnese, la cittadina rappresenta uno degli esempi urbanistici più significativi del '500. L'antico borgo medievale è attraversato da una spettacolare via dritta che dai piedi della collina sale scavalcando burroni, in parte riempiti e in parte superati con 2 ponti fino a raggiungere il piazzale. È la via Nicolai ai cui lati sorgono alcuni nobili palazzi tardo-cinquecenteschi o seicenteschi, e che divide il borgo in due rioni (il rione Corsica a sinistra e il rione Sardegna a destra).
 
 
 
La via Nicolai, che attraversa Piazza Marconi, giunge nel piazzale antistante il Palazzo Farnese, maestosa residenza progettata da Jacobo Barozzi da Vignola su volere del cardinale Alessandro Farnese, riadattando una rocca preesistente disegnata da Antonio da Sangallo il Giovane.
 
Il Palazzo è uno degli esempi più significativi della cultura tardo rinascimentale e con il parco (vai al tour virtualee le sue sontuose sale, un tempo luogo di ritrovo letterati, nobili e musicisti meritano sicuramente una visita. Oltrepassando la scuderia  farnesiana, oltre il ponte si raggiunge la chiesa di S. Teresa, dove si possono ammirare alcune tele di Guido Reni, Giovanni Lanfranco e Alessandro Turchi detto il Veronese.
 
Gran parte dell'economia del territorio è retta dall'agricoltura e, in particolare, dalla coltivazione della nocciola. Il viterbese risulta essere, infatti, il più grande produttore di nocciole d'Italia, grazie allo sviluppo tecnologico che è stato acquisito in tutte le fasi della produzione e della lavorazione. L'ultima settimana di agosto Caprarola ospita la "Sagra della Nocciola" con degustazioni, spettacoli eventi e il palio delle contrade. Caprarola è un ottimo punto di partenza per un'escursione al Lago di Vico, che si raggiunge percorrendo la strada Cimina.
 

 

 

 

 

Mappa

Dettaglio mappa